Ti trovi in:  Servizi » Corte dei Conti
  Login
Le decisioni della Corte dei conti: pareri e sentenze

a cura di:
Giacinto Dammicco - Piergiorgio Della Ventura

Cerca:
Pronto
        10/6/2012 - Presupposti per la dichiarazione dello stato di dissesto finanziario dell'ente locale (Sezione controllo Piemonte, deliberazione n. 260/2012)
 
SCHEDA DETTAGLIO

CORTE DEI CONTI - SEZIONE CONTROLLO PER IL PIEMONTE - Deliberazione n. 260 del 27 giugno 2012 – Presidente: Laterza - Relatore: Astegiano

Enti locali – controllo finanziario di cui all’art. 1, commi 166 e  ss. legge 266/2005 – Dissesto finanziario – Presupposti per la dichiarazione di dissesto.

Ai sensi dell’art. 244 del T.U.E.L., rubricato “Dissesto finanziario”, “Si ha stato di dissesto finanziario se l’ente non può garantire l’assolvimento delle funzioni e dei servizi indispensabili ovvero esistono nei confronti dell’ente locale crediti liquidi ed esigibili di terzi cui non si possa fare validamente fronte con le modalità di cui all’art. 193, nonché con le modalità di cui all’art. 194 per le fattispecie ivi previste”. I presupposti giuridici per la dichiarazione di dissesto consistono nello squilibrio finanziario, nel grave deficit economico, nell’incapacità a garantire i servizi indispensabili, nell’incapacità a far fronte all’esposizione debitoria. La valutazione di grave insolvenza deve essere svolta in concreto, in relazione alle caratteristiche peculiari di ogni situazione; pertanto, le risultanze delle certificazioni dei parametri obiettivi ai fini dell’accertamento delle condizioni di ente strutturalmente deficitario, di cui all’art. 242 del T.U.E.L., non costituiscono presupposto per la dichiarazione di dissesto, poiché il verificarsi dei presupposti di fatto previsti dall’art. 244 del T.U.E.L. travolge l’eventuale diverso contenuto di tali certificazioni (1)

(1) Così il C.D.S., Sezione V, 16 gennaio 2012, n. 143.

 

 

 

 (Riccardo Patumi)
 

Centro Studi sulle Autonomie Locali di Savona - Tel. e Fax 019.804321